Info e contatti Mappa del sito english version
Torna alla home page
clicca per ingrandire l'immagine
Immagine al microscopio di fibre utilizzate nella manifattura della carta
clicca per ingrandire l'immagine
Pergamena di specie bovina

Laboratorio di tecnologia

Supporti scrittorii

"Scrivere", nel suo significato originario, significa "scalfire", "incidere", "tracciare un segno".

L'essere umano, sin dalla preistoria sentì il bisogno di "scrivere". Nella ricerca di un materiale idoneo ad assolvere la funzione di supporto di scrittura, l'uomo ha sempre seguito una differente strada legata, in parte, alla propria cultura e al tipo di scrittura in uso e, in parte, ai materiali più facilmente ed ampiamente reperibili e disponibili. Partendo quindi da questo presupposto l'uomo, nella sua storia, ha utilizzato a questo scopo materiali più vari ed eterogenei. All'inizio utilizzò foglie di alberi come la palma o la parte interna della corteccia dei tronchi. Poi impiegò le rocce e le pietre, quindi la terracotta e i cocci di vasi ed anfore. Anche la cera servì a questo scopo. Essa veniva spalmata su tavolette di legno o avorio e poi incisa con appositi stili.

In seguito, verso il VII secolo a.C., ci fu l'avvento del papiro ad opera degli Egiziani con l'uso del quale, si può affermare, ebbe inizio la vera e propria storia del libro. Dopo di esso, nel secondo secolo a.C., fece la sua comparsa la pergamena con la quale il libro passò dalla forma di rotolo a quella attuale che venne chiamata "codice". La pergamena venne usata a lungo come supporto scrittorio, ma a partire dal XII secolo, essa venne gradualmente soppiantata dalla carta che poi si diffuse ovunque. Ha scritto Plinio il Vecchio: "Sull'uso della carta si fonda l'evoluzione della civiltà umana e, di certo, la possibilità di conservarne il ricordo". Gloriosa, da allora, è stata la strada compiuta da questo materiale e intanto, da tempo è già iniziato il cammino del computer.

ICRCPAL | Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario
Via Milano, 76 - 00184 Roma
Tel: (+39) 06.48291.1 | Fax: (+39) 06.4814968
Email: ic-rcpal@beniculturali.it | PEC: mbac-ic-rcpal@mailcert.beniculturali.it